Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 31 fino 60 di 102

Discussione: Aborto, "decide solo la donna"

  1. #31
    L'avatar di webscript
    webscript non è connesso Utente attivo
    Data registrazione
    28-11-2004
    Messaggi
    320

    Predefinito

    allora premetto che io sto parlando basandomi sulla legge ideale, e quindi sto cercando di immaginare i limiti...

    se v'interessa come la penso è che l'aborto non deve esistere, con o senza consenso, ma presa coscienza che sta cosa non succederà mai, sto cercando di essere il più obbiettivo possibile...

    escludendo la mia idea di "Contro aborto", devo quindi per un istante togliermi tutti i principi morali che esso porta... perchè appunto se devo basarmi su quelli dico NO aborto e basta... ma devo essere oggettivo no, e quindi visto che la base di una legge deve essere oggettiva devo escludere i principi morali che applicati alla legge sono impossibili?

    Arrivato a questo punto c'è una donna che deve sopportare (può essere un piacere per alcune) per il 99% sta parte (10% dell'uomo mi pare veramente tanto...).

    Se una donna non vuole avere un figlio, portarlo per tutta la gravidanza diventa pesante..., ed è giusto che la donna sopporti tutto questo?

    A questo punto non cercate di farmi ragionare sul fatto morale, perchè allora è no all'aborto e questo va fuori dalla discussione...

    WS

  2. #32
    L'avatar di gve
    gve
    gve non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    26-01-2003
    Residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,964

    Predefinito

    In realta` nel leggere l'articolo riportato da Dodi a me l'attenzione era caduta, piu` che sulla questione dell'aborto, e quindi sulla faccenda che alla donna spetti o meno il diritto di decidere lei sola se portare avanti la gravidanza, sulla questione che nel momento in cui lo decide senza manco consultare il marito, questa non e` ragione plausibile per un divorzio.

    A questo si riferiva la mia riflessione. Se poi c'e` chi ritiene che questa sia una quisquilia e quindi che la donna in questione debba essere considerata ancora persona di fiducia (da cui solo puo` secondo me seguire che tale omissione possa non essere considerata giusta causa per un divorzio) buon per lui (ma soprattutto per lei). Io credo che non potrei piu` pensare che tale donna mi ami e mi stimi, e quindi non vedo perche` dovremmo continuare a vivere assieme, da cui mi stupisco del fatto non sia stata considerata una buona ragione per imputare alla donna il torto fatto.
    | Regolamento del Forum | Regolamento di AlterVista | FAQ di AlterVista | Netiquette |

    GVE = GVE Virtual Extension
    AVCM #: 6637

  3. #33
    L'avatar di SolitaryExplorer
    SolitaryExplorer non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    10-08-2005
    Residenza
    Veneto
    Messaggi
    1,949

    Predefinito

    BAMBINO

    Si legge bene?
    Stiamo tutti discutendo su di chi è il bambino e su chi ha potere decisionale...

    Allora:
    1. Il bimbo viene concepito per mezzo di due persone consenzienti o meno (Se succede per sbaglio, ognuno deve comunque prendersi le sue responsabilità)
    2. I genitori non sono padroni di un figlio
    3. Un figlio è un essere vivente umano; i genitori sono semplicemente i suoi tutori fino al raggiungimento dell'autonomia del bambino (E' così per tutte le specie animali!)
    4. Decidere di sopprimere una vita è tecnicamente un omicidio, anche se la legge finge che non sia così nei casi di aborto volontario.
    Ora, evitiamo di dire che la donna soffre per la gravidanza, che il padre non fa un 'azzo, che lei così e che lui cosà!
    A me non interessa nulla di sti discorsi, perché tutti e due soffrono e faticamo la propria parte durante la gravidanza e durante la crescita del figlio.
    In una famiglia sana e normale, i genitori si dividono i compiti e le fatiche.
    Ognuno c'ha le sue! E non andiamo a polemizzare su ste cose!

    Ma dopo tutto sto discorso, vorrei che non si perdesse il messaggio importante:
    BAMBINO
    =
    ESSERE UMANO
    Non offro assistenza privata. / Se vuoi anche tu una userbar come queste, basta chiedere.


  4. #34
    L'avatar di Dodi
    Dodi non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    16-09-2002
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    8,171

    Thumbs up

    Citazione Originalmente inviato da SolitaryExplorer
    1. Il bimbo viene concepito per mezzo di due persone consenzienti o meno (Se succede per sbaglio, ognuno deve comunque prendersi le sue responsabilità)
      ........
    Ora, evitiamo di dire che la donna soffre per la gravidanza, che il padre non fa un 'azzo, che lei così e che lui cosà!

    ecco sintetizzato a perfezione il mio pensiero! altro che discorsi su chi ha "piu diritti" o meno sul feto!

    SolitaryExplorer sono concorde con te non al 100% ma al 101%!!!

  5. #35
    L'avatar di pietrovischia
    pietrovischia non è connesso Utente attivo
    Data registrazione
    17-10-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    351

    Predefinito

    Ritengo che se uno ci mette lo sperma debba avere voce in capitolo, ovviamente.

    Si parla di figli di coppie, mica di anonimi donatori di sperma, cavolo!

  6. #36
    L'avatar di heracleum
    heracleum non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    21-01-2004
    Messaggi
    3,333

    Predefinito

    SolitaryExplorer:
    Non è che più uno scrive grosso o più scrive deciso e più ha ragione.

    Quindi la frase
    «E non andiamo a polemizzare su ste cose!»
    per me non vale assolutamente NULLA, né mi ha colpito affatto il tono deciso da "così è e basta".
    Se vuoi puoi esprimere i tuoi personalissimi pareri ma lì finisce, inutile che usi questi toni da "realtà assoluta" su argomenti così puntuali.

    Tu la pensi così, vivi bene così, ok tutti contenti. Ma lì finisce, la realtà non è così semplice, soprattutto da un punto di osservazione troppo preciso, troppo vicino.

    Visto che ormai avete voluto spostare la questione su Aborto = Assassinio
    sarebbe da decidere se un aggregato di poche cellule sia più rispettabile di una MUCCA sana, organismo completo.
    Secondo te? Qual è la tua opinione?
    Se si hanno convinzioni o influenze forti di un certo tipo si sarebbe portati per favorire senza dubbi l'aggregato di cellule, perché sarà potenzialmente "un essere umano" mentre la mucca è "cacca", sia da feto sia quando peserà 2 quintali.

    Per chi a questo punto è convinto che l'argomento "mucca" sia OT vuol dire che non sta seguendo il mio ragionamento, e posso anche capirlo, ognuno ha la sua mentalità.

    Non è OT perché -non so se sfugge- ma la nostra posizione attuale è: Universo, Sistema Solare, Pianeta Terra. Questo pianeta è popolato da organismi più e meno complessi, più o meno grandi, più o meno sviluppati, più o meno nocivi per le altre specie di organismi circostanti.
    L'uomo non solo è nocivo ma è convinto di essere Dio in terra, al punto che poche cellule della SUA specie siano "meglio" di un altro organismo complesso e completamente sviluppato, meno feroce e spietato dell'uomo, quale può essere una mucca.

    Quindi se avete avuto nel vostro piatto della cena una bella bistecca al sangue non state lì a menarcela e a inventarvi moralismi se una donna che ha i suoi problemi decide che non può portare a termine una gravidanza.

    Questo è un ragionamento -personale certo- ma molto basilare e scevro da convinzioni di alcun genere. Basta osservare l'uomo dal punto di vista dell'universo, scordarsi di essere di quella specie e osservare le cose come stanno in maniera imparziale.
    Ovvero l'uomo, oltre non saper ragionare...
    fondamentalmente è uno st*nzo intergalattico.
    Avvertimento: richiedere in privato questioni tecniche produrrà inevitabilmente una supercazzola prematurata come risposta. (5 served)

  7. #37
    Ospite Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da heracleum

    Visto che ormai avete voluto spostare la questione su Aborto = Assassinio
    sarebbe da decidere se un aggregato di poche cellule sia più rispettabile di una MUCCA sana, organismo completo.
    Secondo te? Qual è la tua opinione?
    secondo la mia modesta opinione entrambi stanno sullo stesso livello, non vedo perchè discriminare l'uno o l'altro
    Se si hanno convinzioni o influenze forti di un certo tipo si sarebbe portati per favorire senza dubbi l'aggregato di cellule, perché sarà potenzialmente "un essere umano" mentre la mucca è "cacca", sia da feto sia quando peserà 2 quintali.
    bè questa non è una convinzione?
    Per chi a questo punto è convinto che l'argomento "mucca" sia OT vuol dire che non sta seguendo il mio ragionamento, e posso anche capirlo, ognuno ha la sua mentalità.
    non preoccuparti che non hai una mentalità così inaccessibile

    Non è OT perché -non so se sfugge- ma la nostra posizione attuale è: Universo, Sistema Solare, Pianeta Terra. Questo pianeta è popolato da organismi più e meno complessi, più o meno grandi, più o meno sviluppati, più o meno nocivi per le altre specie di organismi circostanti.
    L'uomo non solo è nocivo ma è convinto di essere Dio in terra, al punto che poche cellule della SUA specie siano "meglio" di un altro organismo complesso e completamente sviluppato, meno feroce e spietato dell'uomo, quale può essere una mucca.


    questa tua affemrazione si potrebbe anche esprimere metaforicamente con la vicenda che riguarda hitler..sì perchè hitler sosteneva il fatto che la razza ariana fosse superiore a tutte le altre spaci. quindi si potrebbe metaforicamente assimilare l'uomo come hitler e generalizzare gli umani sotto un unica razza che è quella ariana , e mettere tutti gli altri organismi "a tutte le altre speci", sbaglio?


    Quindi se avete avuto nel vostro piatto della cena una bella bistecca al sangue non state lì a menarcela e a inventarvi moralismi se una donna che ha i suoi problemi decide che non può portare a termine una gravidanza.

    Questo è un ragionamento -personale certo- ma molto basilare e scevro da convinzioni di alcun genere.
    scevro da convinzioni?
    Basta osservare l'uomo dal punto di vista dell'universo, scordarsi di essere di quella specie e osservare le cose come stanno in maniera imparziale.
    Ovvero l'uomo, oltre non saper ragionare...
    fondamentalmente è uno st*nzo intergalattico.
    altre convinzione.. e sono tre, e quindi questo sarebbe un discorso scevro da convinzioni..
    e come dico sempre.. "sono punti di vista"...
    @solitary: pienamente d'accordo con te e con dodi .. ;)

  8. #38
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da ModdingWorld
    questa tua affemrazione si potrebbe anche esprimere metaforicamente con la vicenda che riguarda hitler..sì perchè hitler sosteneva il fatto che la razza ariana fosse superiore a tutte le altre spaci. quindi si potrebbe metaforicamente assimilare l'uomo come hitler e generalizzare gli umani sotto un unica razza che è quella ariana , e mettere tutti gli altri organismi "a tutte le altre speci", sbaglio?
    Ma che c'entra?
    Primo: Mica con l'aborto realizzi un genocidio innanzitutto.
    Secondo: se così fosse ogni donna al mondo lo ha realizzato, perchè gli aborti spontanei sono a decine per donna, anche se sicuramente esse non lo sanno.
    Terzo: una donna può decidere di farne quello che vuole del suo corpo, e finchè il bambino non è nato, è parte integrante del suo corpo. Questa è la solita mentalità maschilista talebana secondo la quale la donna si diverte ad uccidere i figli.
    Quarto: voglio vedere che dite alla vittima di uno stupro che non osa dirlo al marito.
    Quinto: se il feto è affetto da talassemia, down o altre malattie non curabili, a maggior ragione è un diritto l'aborto. La legge italiana garantisce la salute ad ogni cittadino. Puoi tu garantirla per il futuro bambino nel qual caso la malattia non sia curabile?


    Per ritornare On-Topic, l'unica cosa che non condivido e di non aver nemmeno tentato di parlare col marito, per il resto è lei comunque che decide e questo è un sacrosanto diritto. Negarglielo potrebbe secondo me avere conseguenze ben maggiori di un paio di cellule buttate nel cesso.

  9. #39
    L'avatar di heracleum
    heracleum non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    21-01-2004
    Messaggi
    3,333

    Predefinito

    Non vedo dove hai contato "tre convinzioni"...
    Per non parlare di «non preoccuparti che non hai una mentalità così inaccessibile» (Google: "mentalità inaccessibile" = 0 risultati) non capisco cosa volevi intendere.
    Poi, in generale, vabè se uno commenta "così" a pennellate, un po' quì un po' là, con il solo obiettivo di smontare un discorso -che ha richiesto un certo impegno- perché la persona non gli va a genio allora, certo, è un altro discorso.
    O meglio non c'è proprio discorso quindi evitiamo...
    Avvertimento: richiedere in privato questioni tecniche produrrà inevitabilmente una supercazzola prematurata come risposta. (5 served)

  10. #40
    L'avatar di twisterdark
    twisterdark non è connesso Moderatore
    Data registrazione
    17-11-2002
    Residenza
    Hong Kong
    Messaggi
    3,226

    Predefinito

    Notice: Alla prossima "punzecchiata" che vi date, vi chiudo il thread immediatamente, ok?

    Thread: Tabboz, non stiamo parlando dell'aborto se è giusto o sbagliato, certi argomenti lasciali cadere. Per quanto riguarda la donna stuprata che ha paura di dirlo al marito, può abortire perchè il marito non è il padre naturale e quindi non ha diritti. Se così non fosse, cmq una moglie che nasconde al marito una cosa del genere...MAH!


    -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Un moderatore per gestirli, un moderatore per guidarli, un moderatore per sgridarli e nel buio anche bannarli...

    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

  11. #41
    Guest

    Predefinito

    Ho letto con interesse tutti i vostri interventi, trovo condivisibili alcune opinioni, altre meno. Comunque ora vi darò la mia opinione.

    La legittimità o meno dell'aborto è un'argomento estremamente complesso e, secondo me, non si arriverà mai a trovarsi tutti d'accordo.
    Personalmente sono contraria, ma non per questioni morali, quanto perchè, come donna, non credo avrei mai il coraggio di distruggere una vita che, ne sono certa, sentirei crescere dentro di me. Ma questo è il mio pensiero in questo momento. Chissà cosa potrei sentire e decidere in una situazione drammatica come una gravidanza seguita ad uno stupro, o con la certezza di una grave malattia? In tutta sincerità non mi sento di dare giudizi o colpevolizzare le scelte di qualcuno che vive una situazione talmente dolorosa da essere al di là della mia comprensione attuale.

    Tornando all'argomento di partenza, io penso che in una coppia sana una decisione del genere dovrebbe quantomeno essere discussa da entrambi. Certo, è la donna a portare dentro di se il figlio, ma è anche vero che quando ci si assume la responsabilità di creare un rapporto serio e profondo uno dei presupposti a mio parere deve essere il rispetto. E una decisione del genere presa senza consultare l'altro la vedo come totale mancanza di rispetto per i sentimenti del compagno. Nel momento in cui la mia compagna compisse una scelta di questo tipo a mia insaputa, verrebbe meno una delle basi fondamentali del rapporto.
    Che poi in una circostanza del genere sia la donna a dover avere l'ultima parola, su questo onestamente non saprei cosa dire. Se le motivazioni fossero più che serie, forse dovrebbe essere così, ma non ne sono del tutto convinta. Vero che è la donna a "subire" la maggior parte delle conseguenze fisiche e psicologiche, ma quel bimbo è il risultato dell'unione di due persone, e penso che anche il padre abbia i propri diritti.
    Tutto questo, ripeto, nel contesto di una coppia che possa definirsi tale. E quando una donna prende una decisione del genere da sola... Beh, secondo me la coppia non c'è già più.

    Spero di essere riuscita a spiegarmi... Confesso che su alcuni punti io stessa ho dei dubbi, per cui in effetti potrei essere stata un po' confusa...

  12. #42
    L'avatar di funcool
    funcool non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    05-02-2004
    Residenza
    Qui... Non lì, qui!
    Messaggi
    15,433

    Predefinito

    Ma se foste voi quel grumo di cellule?
    Mattia vi manda a FunCool - Matriz - Directory Gogol - Sfondo rosso per la Birmania
    «Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un Dio!» «Bè, dovrò pur prendere un modello a cui ispirarmi, no?» Woody Allen

  13. #43
    L'avatar di Panz
    Panz non è connesso Altervistiano Junior
    Data registrazione
    02-07-2001
    Messaggi
    570

    Predefinito

    Per come la penso io senza due firme (madre e padre) l'aborto dovrebbe necessariamente essere autorizzato dalla magistratura... che poi in Italia questo non sia praticabile lo sappiamo tutti.

    Sul caso in questione, probabilmente bisognerebbe saperne di più prima di trarre delle conclusioni, certo è che al posto del marito anche io avrei chiesto il divorzio all'istante.

    Ma la cosa che trovo più preoccupante è l'ignoranza di massa riguardo ad argomenti come l'aborto (non mi riferisco a questo thread, è un discorso generale), si parla di distruggere la vita di un essere della nostra stessa specie; e ci sono persone (anche questo è un discorso generale) che prendono le loro scelte e posizioni con la stessa leggerezza con cui vanno a fare la spesa.
    Panz.

    C'è sempre qualcuno che è più potente di te. Allora, quando lo incontri, fai in modo che sia dalla tua parte.


  14. #44
    L'avatar di Dodi
    Dodi non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    16-09-2002
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    8,171

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Calliope
    io penso che in una coppia sana una decisione del genere dovrebbe quantomeno essere discussa da entrambi. Certo, è la donna a portare dentro di se il figlio, ma è anche vero che quando ci si assume la responsabilità di creare un rapporto serio e profondo uno dei presupposti a mio parere deve essere il rispetto. E una decisione del genere presa senza consultare l'altro la vedo come totale mancanza di rispetto per i sentimenti del compagno. Nel momento in cui la mia compagna compisse una scelta di questo tipo a mia insaputa, verrebbe meno una delle basi fondamentali del rapporto.

    difatti è il nocciolo base del "perchè ho aperto questo topic!" cosa che forse ad alcuni è sfuggita e allora si è cominciato a fare voli pindarici a destra e manca!
    Rimane cmq il punto che è una vera bestialità escludere LUI da una decisione del genere!

  15. #45
    Guest

    Predefinito

    premetto che sono completamente favorevole all'aborto, ritengo che l'agglomerato di cella e' meglio ke nn comincia ad esistere piuttosto ke diventi un essere umano in condizioni di nn essere voluto (qui parlo per esperienza personale: sapete i disastri a livello psicologico per un bambino a non essere voluto o ad essere abbandonate [molti psicologi ritengono che la maggior parte del materiale psigologico di un esere umano sia costruito nel primo anno di vita]?)

    dopo questa parentesi vorrei commentare questa affermazione:

    Citazione Originalmente inviato da Tabboz
    Quinto: se il feto è affetto da talassemia, down o altre malattie non curabili, a maggior ragione è un diritto l'aborto. La legge italiana garantisce la salute ad ogni cittadino. Puoi tu garantirla per il futuro bambino nel qual caso la malattia non sia curabile?
    ma cosa dici????
    il passo immediatamente successivo e' "scansionare" il DNA del figlio ed abortire finche nn e' come si vuole

    nn devono mai essere i genitori a decidere come deve essere il filgio sono se lo vogliono o no, nel caso in cui lo volessero amarlo nonostante tutti i problemi che potrebbe avere o causare

    heracleum dopo un cosi' bel discorso dovevi finire con un'afferamzione cosi ...???

    quello ke nn capisco in questa discussione e': perche pensare ke il marito sia escluso

    illustro il mio punto di vista:

    se il marito e' veramente marito allora la decisione e' presa assieme (la moglie fa circa la portavoce)

    se il marito nn lo e' veramente allora divorzio quindi e' giusto ke sia solo la donna a decidere (ricaderebbe solo su di lei)

    so ke questa mia visione e' molto assolutistica e teorica (ci sono infinite sfumature di grigo tra il nero ed il bianco) ma spero ke capiate cmq e ke nn io nn sia criticato per la troppa teorizzazione e massimizzazione




    ipse dixit Teseo

  16. #46
    L'avatar di webscript
    webscript non è connesso Utente attivo
    Data registrazione
    28-11-2004
    Messaggi
    320

    Predefinito

    Parlando sempre di leggi...
    Impedire l'aborto? --> Non è possibile
    Limitarlo? --> Neanche, diventerebbe una lotta per determinare il limite (perchè tu puoi abortire e io no?), in questo caso i limiti verrebbero sempre contestati.
    Permetterlo --> È quello che già succede, no?

    Quindi in questo caso, si può solo vedere le cose oggettivamente, e quindi che la donna può avere piena autorizzazione sul feto.
    E comunque una donna in gravidanza che non può abortire per obbligo... può veramente soffrire... dipende da persona a persona si... ma c'è sicuramente quella persona che sente dentro di se una parte estranea e che soffre moltissimo... e quella persona li non bisogna tutelarla???
    Alcuni potranno dire, tu sensibile si, tu insensibile no... ma il criterio della sensibilità delle persone mi pare insensato.

    Se fosse per me sarebbe tutto diverso... ma l'aborto sarà sempre possibile, e quindi visto che la legge non tutela il feto, che tuteli almeno la madre...

    WS

  17. #47
    L'avatar di heracleum
    heracleum non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    21-01-2004
    Messaggi
    3,333

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da teseo
    heracleum dopo un cosi' bel discorso dovevi finire con un'afferamzione cosi ...???
    Sì,
    oltre che l'autocritica è fondamentale in tutti gli ambiti, in tutti i discorsi...
    ..diciamo che quando un discorso mi viene fuori troppo serio un pizzico di (auto-) ironia finale non guasta mai.

    Penso che quando si parte affrontando un argomento "socialmente delicato", dall'interno di convinzioni nelle quali si è cresciuti o nelle quali ci si è trovati coinvolti senza accorgersene, non si arriva mai ad un risultato granché costruttivo per altri.. se non a ribadire e a far sentire a gran voce le proprie convinzioni stesse (ed è anche comprensibile, non è grave, è "umano" diciamo).
    Al massimo si otterrà un ulteriore coinvongimento di altri in queste convinzioni (non proprio partite da proprie congetture e meditazioni) e così funziona il passaparola che crea una "mentalità di massa" -quella con cui si "rischia" meno, esprimendosi nella società- che in rari casi potrà mai coincidere con la realtà oggettiva della Natura, del cosmo.

    Buona giornata a tutti.
    Avvertimento: richiedere in privato questioni tecniche produrrà inevitabilmente una supercazzola prematurata come risposta. (5 served)

  18. #48
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da teseo
    ma cosa dici????
    il passo immediatamente successivo e' "scansionare" il DNA del figlio ed abortire finche nn e' come si vuole
    Non parlerei di cose che non si conoscono, fossi in te. Per via di malconformazioni congenite, il bambino nasce e muore lì in braccio alla madre. Meglio abortire. Senza offesa ma il tuo commento non c'entra nulla-
    ^_______________________________^"

  19. #49
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Tabboz
    Non parlerei di cose che non si conoscono, fossi in te. Per via di malconformazioni congenite, il bambino nasce e muore lì in braccio alla madre. Meglio abortire. Senza offesa ma il tuo commento non c'entra nulla-
    ^_______________________________^"
    sono d'accordo ke se il figlio muore subito dopo il parto :p

    ma stavi parlando di malattie nn curabili come la trisomia, questo genere di malattie purtroppo o per fortuna fanno parte della vita

    impedire di nascere una persone solo xke e' trisomica sarebbe "sostituirsi a dio" :P, nn dobbiamo mai avere il potere di decidre come sara' il figlio

    cosa nn conosco??? il mio nn vuole essere un discorso scientifico (nn sono medico) ma, come tutta sta discusisone, un discorso etico e, so benissimo anche io, i limiti di un discorso etico: posso portare tutte le prove razionali ke voglio ma restara sempre una base di fondo ke dipende solo et soltanto da me, dal mio vissuto

    (PS: sono d'accordo con i tuoi altre 4 punti :P, e se mi mostri ke il mio discorso nn ha senso e riesci a convircermi, a causa di mie conoscenze mancanti, come tu stesso dicevi, saro' il primo ad ammetterlo)

    cordialmente Teseo

  20. #50
    Guest

    Predefinito

    Il mio non era un discorso medico. Semplicemente la moglie di mio zio e lui non hanno abortito con un figlio con gravi malconformazioni. E' nato è stato torturato dai medici per un mese e si è spento.

    Se avessi un figlio trisomico, nonostante tutto, nella società in cui viviamo preferisco non averlo. Ma lo farei solo per lui. Inoltre molte malattie non ti permettono di arrivare ai 20 anni. Mi sentirei in colpa per il figlio non per me.

  21. #51
    Guest

    Predefinito

    capisco perfettamente il tuo discorso ma cio' entra nel "grigio"

    il grosso problema e' sapere prima ke finira' cosi' :P

    ("solo dio lo sa" :D)

  22. #52
    L'avatar di SolitaryExplorer
    SolitaryExplorer non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    10-08-2005
    Residenza
    Veneto
    Messaggi
    1,949

    Predefinito

    Una persona sul sito di TGcom dice:
    "Un seme non è forse un albero?"
    Solo perché quello che c'è in un feto non è ancora in grado di esprimersi come noi vorremmo, vi pare il caso di non considerarlo meritevole di vivere e di permettersi un giorno di scegliere da solo della propria vita?
    La scienza non ha definito determinate tappe che scandiscano l'evoluzione dalla fecondazione alla morte di un individuo.

    Ma poi mi spiegate perché scientificamente si dice: "forme di vita unicellulari"?
    Vita?! Ma se allora parliamo di agglomerati di cellule, non stiamo forse a maggior ragione parlando di un essere vivente?
    E in quanto tale non ha diritti secondo voi?

    Lasciate perdere i discorsi degli aborti involontari... Se io faccio un incidente in macchina e muoio, mi sono forse suicidato? No. E' successo senza che ci fosse la mia intenzione e volontà.

    Non sto facendo OT... Sto solo puntualizzando che deve essere ciò che sta dentro al feto a decidere se vivere o no.

    Sapete... Un padre e una madre che vogliano bene al proprio figlio più di ogni cosa, donano tutto il loro amore e tutto loro stessi...
    Ma è mai possibile che in questi temi pure gli animali battano l'uomo?
    Volessimo pure tralasciare l'aspetto razionale e emotivo... Ma l'istinto della continuazione della specie dove sta?!

    Più vivo e più mi rendo conto di quanto sia vera una frase che ho sentito: le bestie sono migliori dell'uomo!
    Non offro assistenza privata. / Se vuoi anche tu una userbar come queste, basta chiedere.


  23. #53
    Guest

    Predefinito

    -Premessa
    Leggendo questo post tenete presente le seguenti variabili allocate dall'autore:
    $uomo="essere umano senza distinzione sessuale"
    $feto="parassita che abita nell'utero di un essere umano di sesso femminile per circa 9 mesi senza distinzione di età/sesso"

    A mio parere il nocciolo della questione non deve vertere nè sulla definizione di vita nè, di conseguenza, sulla possibile "vitalità fetale" intesa naturalmente come caratteristica del feto di essere vivo. Quando ci si va ad impelacare su questo genere di discorsi non si riesce ad uscire dal circolo vizioso che si viene a creare con lo scontro delle due parti: (si il feto è vivo! VS. no il feto non è vivo!).

    L'uomo, sempre secondo il mio parere, deve aver la possibilità di scegliere in quando la vita è un susseguirsi di scelte. Perciò esso può decidere se abortire oppure no entro certi limiti fissati da una legge sensata. Legge che tuttora esiste perciò quoterò webscript:
    Parlando sempre di leggi...
    Impedire l'aborto? --> Non è possibile
    Limitarlo? --> Neanche, diventerebbe una lotta per determinare il limite (perchè tu puoi abortire e io no?), in questo caso i limiti verrebbero sempre contestati.
    Permetterlo --> È quello che già succede, no?
    Naturalmente le questioni riguardanti questa tematica sono molteplici perchè poi entrano in gioco le fedi religiose varie introducendo quindi un altro ostacolo ad una discussione che abbia come obiettivo il vaglio di una legge che come tutte le leggi garantisca all'uomo una vita serena.

  24. #54
    L'avatar di pietrovischia
    pietrovischia non è connesso Utente attivo
    Data registrazione
    17-10-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    351

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da SolitaryExplorer
    Ma poi mi spiegate perché scientificamente si dice: "forme di vita unicellulari"?
    Vita?! Ma se allora parliamo di agglomerati di cellule, non stiamo forse a maggior ragione parlando di un essere vivente?
    E in quanto tale non ha diritti secondo voi?
    Hum a rigore, allora, dovresti esse contrario all'uccisione di un paramecio.
    E della formica che hai pestato ieri per strada.
    E dei microbi che uccidi con l'antibiotico.
    E dei virus che uccidi con il Norton.
    HUM no forse quelli che uccidi con il Norton non c'entrano d'oh!

    N.B. Ho solo puntualizzato il senso della tua frase. E questo senso è il motivo per cui la gente si scanna per definire quando si puo' chiamare "vita": se chiamiamio vita un ovulo fecondato, allora se uccidi un paramecio, che vive tranquillo e si muove allegro, sei uno sporco assassino... hai commesso paramecicidio...

    P.S. personalmente non mi sono ancora formato una opinione precisa sul tema "quando un feto è un essere umano".
    D'altra parte, cosa succede al pugno quando apro le dita?
    Ultima modifica di pietrovischia : 02-02-2006 alle ore 01.32.57

  25. #55
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da pietrovischia
    D'altra parte, cosa succede al pugno quando apro le dita?
    Che al posto di un *****tto arriva uno schiaffo

    Cmq la discussione sta girando verso:

    feto, quando essere umano?

    e qui credo che non saremo mai tutti d'accordo

    Un seme non è un albero.
    Una foglia non è un albero.
    Un albero è un albero.
    Nulla impedisce ai primi di diventare alberi, anche se con la foglia mmmhhh.........

    Questo è il mio pensiero.

    Comunque direi che in condizioni normali e ripeto normali la coppia deve decidere.

    L'uomo in se è la bestia peggiore, facciamo tanto i fighi solo perchè abbiamo il pollice opponibile. Tutto il resto è venuto dopo.
    Ultima modifica di metaphor : 02-02-2006 alle ore 01.55.08

  26. #56
    L'avatar di pietrovischia
    pietrovischia non è connesso Utente attivo
    Data registrazione
    17-10-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    351

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da metaphor
    Che al posto di un *****tto arriva uno schiaffo
    Ugh è una vecchia storiella di matrice Zen, credo

    Il concetto è per l'appunto "pugno" è ancora un pugno se apro la mano? cHe fine fa il pugno quando apro la mano?

    Comunque, concordo riguardo al "una vera coppia ne discute, se non se ne discute non si è già più una coppia"

  27. #57
    L'avatar di SolitaryExplorer
    SolitaryExplorer non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    10-08-2005
    Residenza
    Veneto
    Messaggi
    1,949

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da pietrovischia
    Hum a rigore, allora, dovresti esse contrario all'uccisione di un paramecio.
    E della formica che hai pestato ieri per strada.
    E dei microbi che uccidi con l'antibiotico.
    E dei virus che uccidi con il Norton.
    HUM no forse quelli che uccidi con il Norton non c'entrano d'oh!

    N.B. Ho solo puntualizzato il senso della tua frase. E questo senso è il motivo per cui la gente si scanna per definire quando si puo' chiamare "vita": se chiamiamio vita un ovulo fecondato, allora se uccidi un paramecio, che vive tranquillo e si muove allegro, sei uno sporco assassino... hai commesso paramecicidio...

    P.S. personalmente non mi sono ancora formato una opinione precisa sul tema "quando un feto è un essere umano".
    D'altra parte, cosa succede al pugno quando apro le dita?
    Ho puntualizzato sul tema "la conservazione della specie", ma se vuoi aggiungo il tema del "il più forte ha la meglio".
    Quindi in quanto uomo io penso prima alla conservazione della mia specie e poi al massimo alle altre.

    Vi suggerisco di non punzecchiarmi... Che sennò chi mi ferma piiiiiiiiiuuuuuuuuuuuuù..........
    Non offro assistenza privata. / Se vuoi anche tu una userbar come queste, basta chiedere.


  28. #58
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Tabboz
    Dodi sono d'accordo, ma nel 90% dei casi alla fine l'uomo semina, poi se ne lava le mani. (Parlo anche per esperienza personale)
    ... beh, allora ad abortire faceva bene la nonna!
    Io di solito vedo più frequentemente o coppie che formano una famiglia dove entrambi tirano la carretta oppure al contrario coppie dove la carretta è tirata veramente poco da entrambi.

    Citazione Originalmente inviato da Tabboz
    ... ma alla fine dovrebbe decidere lei, non trovi? Anche per il bene del figlio, che crescerà senza l'amore della madre.
    ... il concetto di togliere a qualcuno la possibilità di vivere e di farlo per il suo bene mi pare un concetto veramente insostenibile... magari siamo contrari alla pena di morte per omicidio e poi siamo possibilisiti per quella "per mancanza di affetto materno"...
    Se il figlio voglia vivere o meno senza l'amore della madre penso sia una decisione che sarebbe meglio lasciare a lui!

  29. #59
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da krampus
    Se il figlio voglia vivere o meno senza l'amore della madre penso sia una decisione che sarebbe meglio lasciare a lui!
    Strano io non ho potuto prendere quetsa decisione

  30. #60
    L'avatar di funcool
    funcool non è connesso Utente storico
    Data registrazione
    05-02-2004
    Residenza
    Qui... Non lì, qui!
    Messaggi
    15,433

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da funcool
    Ma se foste voi quel grumo di cellule?
    Mi ribadisco.
    Mattia vi manda a FunCool - Matriz - Directory Gogol - Sfondo rosso per la Birmania
    «Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un Dio!» «Bè, dovrò pur prendere un modello a cui ispirarmi, no?» Woody Allen

Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo

Regole di scrittura

  • Non puoi creare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere ai messaggi
  • Non puoi inserire allegati.
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •