Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: E la partita IVA?

  1. #1
    giocaesuona non è connesso Neofita
    Data registrazione
    24-10-2010
    Messaggi
    7

    Predefinito E la partita IVA?

    Ma non è obbligatorio avere la partita IVA se si vogliono mettere banner pubblicitari sul proprio sito, e in generale se si aderisce a programmi di affiliazione?
    E' l'amara conclusione a cui sono arrivato leggendo in giro (ad esempio sul forum di AlVerde.net) informazioni proprio a questo riguardo e pertanto ho pensato che il discorso si debba applicare anche ai banner che si decide di mettere sui propri siti di Altervista.

    Le cose me le hanno dette molto chiare: se metti un banner pubblicitario (tutti, anche e soprattutto quelli di Google AdSense), stai vendendo dello spazio pubblicitario in cambio di una remunerazione, facendo quindi a tutti gli effetti un'operazione commerciale continuativa, quindi è obbligatorio essere un'impresa e avere la partita IVA. Se queste non sono le condizioni, si stanno commettendo degli illeciti. Non mi hanno dato via di scampo.

    Qui cosa mi dite?
    Ultima modifica di giocaesuona : 28-12-2012 alle ore 01.09.53

  2. #2
    L'avatar di alemoppo
    alemoppo non è connesso Staff AV
    Data registrazione
    24-08-2008
    Residenza
    PU / BO
    Messaggi
    17,973

  3. #3
    giocaesuona non è connesso Neofita
    Data registrazione
    24-10-2010
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da alemoppo Visualizza messaggio
    Ho letto ma non ho trovato una risposta soddisfacente.
    Carino l'ultimo commento

    E pensare che alcuni (anche commercialisti) sostengono si tratti addirittura di attività d' impresa.

    ma in realtà è proprio attività di impresa.

    E' rischioso pubblicizzare così tanto il "come guadagnare con il tuo sito, i banner di Altervista e gli annunci di Google AdSense" e non menzionare negli stessi annunci questi problemi e confusioni legali/fiscali.
    Molti commercialisti concordano che si tratta di attività di impresa, non si applica affatto il discorso dell'occasionale.
    Quindi, o hai la partita IVA e rilasci fattura per i guadagni percepiti tramite i banner, oppure i banner non li puoi mettere proprio.

    edit:

    Ho fatto un'altra ricerchina nel forum e ho visto altre discussioni a riguardo, però nessuna risposta sicura e chiara proprio perché la situazione è ancora confusa.

    Non è più sano allora per il momento inibire completamente la possibilità di mettere banner pubblicitari per evitare ripercussioni da parte del fisco verso tutti gli utenti Altervista che ne fanno uso? Almeno fino a chiarimento avvenuto.
    Ultima modifica di dreadnaut : 28-12-2012 alle ore 02.18.48 Motivo: se devi aggiungere qualcosa, usa il tasto Edita --->

  4. #4
    L'avatar di dreadnaut
    dreadnaut non è connesso Super Moderatore
    Data registrazione
    22-02-2004
    Messaggi
    5,950

    Predefinito

    Perché secondo te, in più di 10 anni di attività, AlterVista non ha mai parlato con un avvocato riguardo alle fondamenta della sua attività?

    Comunque se hai indicazioni precise sul fatto che sia attività d'impresa, e documentazione a proposito del "molti commercialisti concordano", condividila con gli utenti del forum: è sempre meglio essere al corrente di tutte le interpretazioni.
    chezDreadnaut
    "Un <BR/> è impuro, punto."
    "I <P>&nbsp;</P> non hanno diritto di esistere."

  5. #5
    L'avatar di alemoppo
    alemoppo non è connesso Staff AV
    Data registrazione
    24-08-2008
    Residenza
    PU / BO
    Messaggi
    17,973

    Predefinito

    Io so 0 di queste cose; ma forse (se va fatto) non andrebbe denunciato il prelievo di soldi dall'account av alla propria carta di credito, invece del fatto di mettere semplici banner nel proprio sito?

    Ad esempio, potrei non essere interessato degli €, ma soltanto agli AC per aumentare spazio, banda, database, etc etc.

    (ovviamente parlo dei banner altervista, e non adsense).

    Ciao!
    Ultima modifica di alemoppo : 28-12-2012 alle ore 02.37.48

  6. #6
    giocaesuona non è connesso Neofita
    Data registrazione
    24-10-2010
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da dreadnaut Visualizza messaggio
    Perché secondo te, in più di 10 anni di attività, AlterVista non ha mai parlato con un avvocato riguardo alle fondamenta della sua attività?
    Non lo metto in dubbio. Cos'hanno detto gli avvocati? E' lecito mettere banner sui propri siti web senza avere la partita IVA?

    Citazione Originalmente inviato da dreadnaut Visualizza messaggio
    Comunque se hai indicazioni precise sul fatto che sia attività d'impresa, e documentazione a proposito del "molti commercialisti concordano", condividila con gli utenti del forum: è sempre meglio essere al corrente di tutte le interpretazioni.
    Ci sono discussioni infuocate a riguardo un po' ovunque. Ad esempio sul forum di AlVerde.net.
    Qui c'è il commento diretto di un commercialista: http://www.alverde.net/blog/per-guad...rtita-iva/721/
    Poi ci sono tanti topic in quel forum, tipo questo: http://www.alverde.net/forum/come-gu...rtita-iva.html in cui si conclude che assolutamente sì, serve la partita IVA.

    Per il fatto di voler ricevere AlterCents o altri regali (come leggevo in altre discussioni), temo che sempre di attività commerciale si tratta: si ottiene un beneficio per i servizi svolti.

    La cosa che mi sconcerta è il fatto che non viene dato assoluto risalto alla cosa; si potrebbe mettere in evidenza in questa sezione del forum un topic del tipo "Attenzione: informazioni fiscali".
    Perché altrimenti uno che legge "guadagna con il tuo sito mettendo i banner" la prima cosa che fa è mettere i banner sul sito per guadagnare, mica si chiede "ma serve la partita IVA per farlo"? Non viene affatto naturale porsi questa domanda.

  7. #7
    Guest

    Predefinito

    Giusto per approfondire solo un pochino, si è in presenza di attività di impresa allorquando si tratta dell'attività dell'imprenditore, così come descritto dal vigente codice civile all'articolo 2082 (il primo articolo che commercialisti e ragionieri imparano a memoria).
    Qui una prima disanima ...

  8. #8
    L'avatar di Gianluca
    Gianluca non è connesso Amministratore
    Data registrazione
    15-02-2001
    Messaggi
    18,026

    Predefinito

    Come in ogni circostanza vale la regola del buonsenso

    Ci sono persone che guadagnano con i banner pubblicitari migliaia di euro al mese, altre che arrivano a 100 Euro in un anno, e' ovvio che questi due casi non possono essere messi sullo stesso piano e quindi trattati allo stesso modo.

    Proprio per questo sul web esistono pareri contrastanti, e la risposta a questa domanda non può arrivare né da AlterVista né da alcun forum, ma eventualmente da un commercialista, che può suggerire la soluzione migliore dopo aver analizzato il singolo caso.
    Gianluca

  9. #9
    giocaesuona non è connesso Neofita
    Data registrazione
    24-10-2010
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ma, secondo me non ci sono poi così tanti "singoli casi".
    Il buonsenso per me dice di rimandare tutta la discussione ad un anno dopo aver apposto il primo banner sul proprio sito (o ad essersi iscritto ai programmi di affiliazione).
    Cioè, dopo un anno, senza nel frattempo aver mai dato i miei dati bancari e aver ritirato nulla da nessuno, potrò capire se è necessario che io diventi imprenditore oppure no.
    Dopo un anno vedrò se il guadagno è pari a zero, se è pari a 100 euro, 1000 euro o 10000 euro. E' ovvio che nell'ultimo caso ti viene da dire "caspita che bravo! devo mettermi in gioco seriamente!", mentre nel primo (ma anche nel secondo e nel terzo) la vedo più difficile aprire la partita IVA per dichiarare di aver guadagnato zero.
    Questo è il ragionamento del buonsenso, secondo me condivisibile. Ma vedo che si scontra con l'ottusità delle leggi (che tuttavia non trattano affatto esplicitamente al questione dei banner sui siti web e quindi i commercialisti si limitano ad applicare modelli che valgono nel caso di un'altra attività imprenditoriale, sia essa il fornaio, la parrucchiera o lo sviluppo di siti web).
    Comunque, ho preso appuntamento con un commercialista (nella mia città c'è un servizio che offre consulenze gratuite, ma devo aspettare più di un mese per essere ricevuto!)

  10. #10
    L'avatar di alemoppo
    alemoppo non è connesso Staff AV
    Data registrazione
    24-08-2008
    Residenza
    PU / BO
    Messaggi
    17,973

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da giocaesuona Visualizza messaggio
    Comunque, ho preso appuntamento con un commercialista (nella mia città c'è un servizio che offre consulenze gratuite, ma devo aspettare più di un mese per essere ricevuto!)
    Mi raccomando, torna a riferire qui. Sono sempre utili i pareri dei commercialisti. Grazie .

    Ciao!

  11. #11
    andreapg non è connesso Neofita
    Data registrazione
    19-10-2009
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Il parere del commercialista è utile ma non sempre è esatto. E non dimentichiamo che per un commercialista farti aprire la p. IVA significa guadagnare un cliente.
    Personalmente ho dubbi sul fatto che pubblicare banner costituisca attività d' impresa, specie se i guadagni sono minimi. Ad ogni modo, come hanno già detto altri utenti qui e su altri forum, la situazione è piuttosto confusa.

    Io so 0 di queste cose; ma forse (se va fatto) non andrebbe denunciato il prelievo di soldi dall'account av alla propria carta di credito, invece del fatto di mettere semplici banner nel proprio sito?
    La cosa certa è che fino a quando non risquoti denaro nessuno può contestarti un' evasione fiscale, e questo vale sia per AV che AdSense.

Regole di scrittura

  • Non puoi creare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere ai messaggi
  • Non puoi inserire allegati.
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •